quote a partire da


Prezzo inteso a persona per Tour di 8GG

Safari di gruppo - Partenza ogni 10 del mese

VERIFICA DISPONIBILITA'

LAGO NATRON

Il Lago Natron, come indica il suo nome che deriva da Natrum (soda), è un lago alcalino situato nel nord della Tanzania, non distante dal confine del Kenya, in quella spaccatura della terra famosa con il nome di Great Rift Valley, una depressione brulicante di vita e paesaggi mozzafiato che si accompagnano a laghi e vulcani. Il lago è abbastanza superficiale, con una profondità inferiore ai tre metri e con una larghezza variabile in funzione della stagione delle piogge. Una delle sue caratteristiche peculiari è il suo colore, che deriva appunto dalla presenza elevata di minerali che si concentrano per l'elevato tasso di evaporazione: durante lastagione secca l'acqua evapora e quindi aumentano i livelli di salinità, fino al punto che alcuni microrganismi adatti alle condizioni saline iniziano a prosperare, come ingenti colonie di cianobatteri. Il pigmento dei cianobatteri colora di un rosso profondo le acque e le croste fangose del lago, che unite alle tinte arancione e i colori chiari dei minerali del carbonato di sodio rendono il paesaggio di una suggestione incredibile. Il lago è l'unica zona riproduttiva per circa 2 milioni e mezzo di Fenicotteri Minori una specie presente solo in Africa e minacciata di estinzione, che vivono soprattutto in questa valle. Questi magnifici fenicotteri si concentrano lungo i laghi salini della regione, dove si nutrono di una micro alga (Spirulina platensis) di colore blu-verde ma con anche pigmenti rossi. Il lago Natron è l'unico luogo di riproduzione per i fenicotteri Minori proprio grazie al suo ambiente caustico che aiuta a mantenere lontano i predatori, che trovano così un ambiente ostile e non riescono a raggiungere i nidi.

PARCO NAZIONALE SERENGETI

Il Parco Nazionale del Serengeti è una delle aree protette più importanti dell'Africa Orientale, proclamata nel 1981 Patrimonio dell'UNESCO. Il parco si trova all'interno della valle del Serengeti, al confine con il Kenya, dove sono stati ritrovati, presso il celebre sito di Olduvai, i resti di un ominide risalenti a circa 1,5 milioni di anni fa. Il nome del Parco in masai significa "pianura sconfinata", infatti la maggior parte del territorio è composto da savana e non sono presenti grossi arbusti. Il Serengeti è celebre soprattutto per la sua eccezionale ricchezza faunistica. Nel suo territorio si trovano tutti e cinque i cosiddetti "big five": elefante, leone, leopardo, rinoceronte (nero) e bufalo. Mandrie di zebre e di gnu danno luogo ad uno spettacolo unico durante il periodo delle migrazioni tra le praterie del sud ed il Parco Masai Mara, da dicembre a maggio nella zona meridionale e da giugno e luglio nella zona occidentale.

RISERVA NATURALE NGORONGORO

La Riserva Naturale del Ngorongoro sorge all'interno dell'omonimo cratere di un vulcano spento, la più grande caldera intatta del mondo, a 2200 metri sopra il livello del mare. Oltre al cratere omonimo, la Riserva del Ngorongoro include due altri crateri di dimensioni minori, Olmoti ed Empakaai, nonché l'importantissimo sito archeologico delle Gole dell'Olduvai, conosciute come "culla dell'umanità". Qui vennero rinvenuti resti di uomini primitivi risalenti a circa 1.75 milioni di anni fa e svariati fossili di animali. Il cratere principale presenta laghi e stagni che hanno permesso a numerose specie di trovare qui il loro habitat naturale. Nel cratere la concentrazione di fauna è impressionante: si calcola che sia abitato da oltre 25000 animali di grossa taglia. L'immagine più tipica è probabilmente quella degli enormi branchi di zebre e gnu, ma nel cratere abitano la gran parte delle specie tipiche della savana: elefanti, leoni, bufali, iene, sciacalli, ippopotami, babbuini. Innumerevoli le specie di uccelli, tra cui milioni di fenicotteri che colorano di rosa le acque interne della Riserva

PARCO NAZIONALE TARANGIRE

Il Parco Nazionale del Tarangire è caratterizzato da una vegetazione più rigogliosa rispetto al Parco del Serengeti. Attorno al fiume che da nome al parco si trovano estese paludi, pianure alluvionali e boschi. Questo territorio ospita numerosi animali che è possibile ammirare soprattutto durante la stagione secca, tra luglio e settembre. Zebre, gnu, kudu minori,dik-dik, numerose specie di gazzelle, bufali, giraffe, elefanti e grandi felini, tra cui i ghepardi e i leoni, popolano il Parco. Il Parco Nazionale del Tarangire presenta la maggior concentrazione di Baobab di tutto il Paese.

1° GIORNO - ARUSHA

Accoglienza all'aeroporto del Kilimangiaro e trasferimento al Moyoni lodge (o similare) ad Arusha. Cena e pernottamento.

2° GIORNO - ARUSHA / LAGO NATRON

Pensione completa. In mattinata partenza per Mto Wa Mbu, al centro della valle del Rift africano. Questo piccolo villaggio è ben conosciuto nella regione per il mercato tipico. Nel villaggio, a bordo di un tuk tuk, mezzo di trasporto locale, alla scoperta delle coltivazioni di frutta e verdura del paese a cui si aggiungono mango, papaya, anguria, avocado e soprattutto le leggendarie banane rosse. Potremo anche visitare uno degli atelier di pittura e scultura del villaggio. Pranzo tradizionale durante la visita. Dopo pranzo partenza in 4x4 per arrivare nella regione del lago Natron. Arrivo a fine giornata nel campo, situato in una posizione privilegiata di fronte al monte Lengai, sacro ai Masai. Pernottamento al Natron River Camp (o similare)

3° GIORNO - LAGO NATRON

Pensione completa. Prima Colazione seguita da una passeggiata con una guida Masai ai bordi del lago Natron per osservare più da vicino i meravigliosi fenicotteri rosa ed i tipici fenicotteri nani. Il lago si estende per centinaia di km² ed offre paesaggi stupefacenti dai colori cangianti. Ritorno al campo per pranzo. Dopo pranzo proseguimento della passeggiata con la guida Masai per raggiungere le cascate di Engare Sero, che si gettano in una splendida gola. Sarà anche possibile fare una nuotata. Pernottamento al Natron River Camp (o similare) e al Serengeti Wildlands Camp da Giugno a Novembre.

4° GIORNO - LAGO NATRON / PARCO SERENGETI

Pensione completa. Dopo colazione partenza alla volta del parco del Serengeti. Mezza giornata è necessaria per raggiungere Kleint's gate. Pranzo al sacco lungo la strada. Il Serengeti è il secondo parco nazionale più grande del paese (14 763 km2). Celebre per la migrazione annuale degli gnu, questo parco ha dei paesaggi grandiosi: la savana erbosa delle infinite pianure del Sud, le regioni alberate dell'ovest, la regione delle Kopjes (formazioni di granito) e la savana di arbusti nel Nord. La sensazione di libertà che si prova in questi grandi spazi, le infinite pianure del Serengeti e il colore dorato dell'orizzonte rendono il safari un'esperienza affascinante. Dopo le piogge il manto erboso si colora di verde e di tanti fiori selvatici. Pernottamento al Robanda Camp (da gennaio a maggio) o al Serengeti Wildlands Camp (da giugnoa dicembre).

5° GIORNO - PARCO SERENGETI / NDUTU

Pensione completa. Intera giornata di Safari nel Serengeti. Nel parco gli gnu proliferano grazie ad un ambiente favorevole per la presenza di laghi e fiumi. Rifugiati in Kenya durante la stagione secca, ritornano poi alla ricerca di pascoli verdi nella stagione delle piogge. Qui vivono i famosi Big Five: il leone, il leopardo, l'elefante, il rinoceronte e il bufalo africano (Syncerus caffer). Il parco ospita inoltre animali come zebre, iene, rapaci e molti altri ancora. La profusione di animali ha agevolato il proliferare dell'ecoturismo. La Tanzania oggi sfrutta intelligentemente questa grande ricchezza naturale grazie a politiche particolari e ad un ampio sistema di tasse che permette la regolazione dei flussi turistici. Dopo il Safari nel parco, si raggiungerà, a fine pomeriggio, la regione di Ndutu. Pernottamento all' Ndutu Wildlands Camp (da gennaio a Marzo) o Ndutu lodge (da aprile a novembre).

6° GIORNO - NDUTU / CRATERE NGORONGORO / KARATU

Pensione completa. Dopo colazione, safari nel cratere di 'Ngorongoro (circa un'ora). Giornata interamente dedicata alla scoperta del celebre cratere, considerato da molti l'ottava meraviglia del mondo. Il cratere è una vasta caldera di 20km di diametro interno. Protetta da un dislivello di 600 metri, la caldera ospita una fauna incredibilmente ricca. Anche questo è uno dei luoghi in Tanzania dove avvistare i Big Five: l''elefante, il leone, il rinoceronte, il leopardo ed il bufalo. Quattrocento specie di animali popolano il cratere. Fra questi i fenicotteri rosa che popolano il lago Makarut nel periodo di luna piena. Durante il periodo delle piogge il lago forma una sorta di piscina naturale, paradiso per ippopotami e bufali che si rotolano nel fango. Pernottamento al Ngorongoro Forest Tented Lodge a Karatu (o similare)

7° GIORNO - KARATU / PARCO TARANGIRE / ARUSHA

Pensione Completa. Dopo la prima colazione, partenza per la regione del Tarangire. Giornata di safari nel parco nazionale del Tarangire, considerato come uno dei più bei rifugi di vita selvatica del paese. Il parco si estende per 2850 km2, ed è largamente conosciuto per la quantità di animali che ospita durante i mesi di agosto e gennaio. Nel Tarangire è possibile vedere animali praticamente introvabili negli altri parchi del nord della Tanzania: la gazzella gerenuk, il kudu minore, l'orice, l'eland e la più rara di tutte le antilopi, il kudu maggiore. Pranzo pic nic durante il safari. Il parco è attraversato dal fiume Tarangire che in alcuni punti non si secca mai. Inoltre il paesaggio è puntellato di baobab. Gli elefanti spesso scavano nella corteccia di questi alberi per dissetarsi, essendo questi ultimi delle vere scorte d'acqua. Rientro a fine giornata e pernottamento al Moyoni Lodge.

8° GIORNO - ARUSHA

Dopo la prima colazione al lodge, possibilità di visitare Arusha: il museo della Tanzanite, il mercato centrale di Arusha ed acquistare qualche souvenir. Pranzo al lodge. Dopo pranzo trasferimento in aeroporto.