quote a partire da


Prezzo inteso a persona per Tour di 8GG

Safari di gruppo - Partenza ogni 20 del mese

VERIFICA DISPONIBILITA'

TOUR

Safari di gruppo in jeep 4X4 con autista / guida plurilingue

LOCATION

Visita dei principali parchi della Tanzania

PARCO NAZIONALE LAGO MANYARA

Il Parco Nazionale del Lago Manyara, è stato costituito nel 1981 e consiste in una striscia di terra che si estende fino al ripido versante occidentale della Rift Valley. Al suo interno si trova il lago omonimo. L'acqua è un elemento predominante di questo Parco, essendo attraversato da molti torrenti e dal fiume Endabash. Inoltre, all'estremità meridionale, si trovano le sorgenti d'acqua calda Maji Moto. La savana che domina il territorio è punteggiata da giganteschi baobab, boschetti di acacia e foreste a galleria lungo i corsi d'acqua, mentre l'estremità settentrionale del Parco è occupata da una fitta foresta primaria. L'attrattiva principale del territorio è rappresentata dai numerosi branchi di elefanti che qui hanno trovato il loro habitat ideale. Il Parco offre la possibilità di contatti ravvicinati anche con colonie di babbuini, gnu, zebre, giraffe, ippopotami e leoni, oltre a numerose varietà di uccelli, tra i quali gli eleganti fenicotteri.

RISERVA NATURALE NGORONGORO

La Riserva Naturale del Ngorongoro sorge all'interno dell'omonimo cratere di un vulcano spento, la più grande caldera intatta del mondo, a 2200 metri sopra il livello del mare. Oltre al cratere omonimo, la Riserva del Ngorongoro include due altri crateri di dimensioni minori, Olmoti ed Empakaai, nonché l'importantissimo sito archeologico delle Gole dell'Olduvai, conosciute come "culla dell'umanità". Qui vennero rinvenuti resti di uomini primitivi risalenti a circa 1.75 milioni di anni fa e svariati fossili di animali. Il cratere principale presenta laghi e stagni che hanno permesso a numerose specie di trovare qui il loro habitat naturale. Nel cratere la concentrazione di fauna è impressionante: si calcola che sia abitato da oltre 25000 animali di grossa taglia. L'immagine più tipica è probabilmente quella degli enormi branchi di zebre e gnu, ma nel cratere abitano la gran parte delle specie tipiche della savana: elefanti, leoni, bufali, iene, sciacalli, ippopotami, babbuini. Innumerevoli le specie di uccelli, tra cui milioni di fenicotteri che colorano di rosa le acque interne della Riserva.

PARCO NAZIONALE SERENGETI

Il Parco Nazionale del Serengeti è una delle aree protette più importanti dell'Africa Orientale, proclamata nel 1981 Patrimonio dell'UNESCO. Il parco si trova all'interno della valle del Serengeti, al confine con il Kenya, dove sono stati ritrovati, presso il celebre sito di Olduvai, i resti di un ominide risalenti a circa 1,5 milioni di anni fa. Il nome del Parco in masai significa "pianura sconfinata", infatti la maggior parte del territorio è composto da savana e non sono presenti grossi arbusti. Il Serengeti è celebre soprattutto per la sua eccezionale ricchezza faunistica. Nel suo territorio si trovano tutti e cinque i cosiddetti "big five": elefante, leone, leopardo, rinoceronte (nero) e bufalo. Mandrie di zebre e di gnu danno luogo ad uno spettacolo unico durante il periodo delle migrazioni tra le praterie del sud ed il Parco Masai Mara, da dicembre a maggio nella zona meridionale e da giugno e luglio nella zona occidentale.

PARCO NAZIONALE TARANGIRE

Il Parco Nazionale del Tarangire è caratterizzato da una vegetazione più rigogliosa rispetto al Parco del Serengeti. Attorno al fiume che da nome al parco si trovano estese paludi, pianure alluvionali e boschi. Questo territorio ospita numerosi animali che è possibile ammirare soprattuttodurante la stagione secca, tra luglio e settembre. Zebre, gnu, kudu minori,dik-dik, numerose specie di gazzelle, bufali, giraffe, elefanti e grandi felini, tra cui i ghepardi e i leoni, popolano il Parco. Il Parco Nazionale del Tarangire presenta la maggior concentrazione di Baobab di tutto il Paese.

1° GIORNO - ARUSHA

Accoglienza all'aeroporto del Kilimangiaro e trasferimento al Moyoni lodge (o similare) ad Arusha. Cena e pernottamento.

2° GIORNO - ARUSHA - LAGO MANYARA

Pensione completa. Dopo la prima colazione ed un breve briefing con l'autista/guida partenza per il safari al parco Manyara. Dopo l'entrata principale la strada si snoda attraverso una giungla lussureggiante di acacie dove gruppi di babbuini camminano in branco ed altre scimmie si nascondono fra gli alberi. Si potranno vedere le timide antilopi africane nascondersi fra le ombre della foresta. Il Safari si protrarrà per tutta la giornata, pranzo con un pic nic sotto le favolose acacie gialle, tanto distintive del parco. Questo parco interno alla valle del Rift possiede una varietà di fauna molto interessante: elefanti, bufali, zebre, gnu, giraffe, impala e tanti altri animali fra cui moltissimi ippopotami che attirano altrettanti uccelli acquatici. Il parco Manyara offre, inoltre, opportunità uniche. Qui è possibile vedere i famosi leoni che si arrampicano sugli alberi. Una specie rara, presenti solo nell'ecosistema del lago Manyara. Pernottamento al Ngorongoro Forest Tented Lodge.

3° GIORNO - LAGO MANYARA / CRATERE NGORONGORO

Pensione completa. Dopo colazione, safari nel cratere di 'Ngorongoro (circa un'ora). Giornata interamente dedicata alla scoperta del celebre cratere, considerato da molti l'ottava meraviglia del mondo. Il cratere è una vasta caldera di 20km di diametro interno. Protetta da un dislivello di 600 metri, la caldera ospita una fauna incredibilmente ricca. Questo è uno dei luoghi in Tanzania dove avvistare i Big Five: l'elefante, il leone, il rinoceronte, il leopardo ed il bufalo. Quattrocento specie di animali popolano il cratere, fra i quali i fenicotteri rosa che popolano il lago Makarut nel periodo di luna piena. Durante il periodo delle piogge il lago forma una sorta di piscina naturale, paradiso per ippopotami e bufali che si rotolano nel fango. Pernottamento al Ndutu Wildlands Camp (da Gennaio a Marzo) o Ndutu Lodge (da Aprile a Novembre).

4°-5° GIORNO - CRATERE NGORONGORO / PARCO SERENGETI

Pensione Completa. Dopo colazione partenza alla volta del parco del Serengeti. Il Serengeti è il secondo parco nazionale più grande del paese (14 763 km2). Celebre per la migrazione annuale degli gnu, questo parco ha dei paesaggi grandiosi: la savana erbosa delle infinite pianure del Sud, le regioni alberate dell'ovest, la regione delle Kopjes (formazioni di granito) e la savana di arbusti nel Nord. La sensazione di libertà che si prova in questi grandi spazi, le infinite pianure del Serengeti e il colore dorato dell'orizzonte rendono da soli il safari un'esperienza affascinante. Dopo le piogge il manto erboso si colora di verde e di tanti fiori selvatici. Inoltre il parco è attraversato da un fiume che attira una ricca fauna durante tutto l'anno (bufali, giraffe, antilopi ). Sarà anche possibile incontrare coccodrilli e ippopotami. Pernottamento al Robanda Camp (da gennaio a maggio) al Serengeti Wildlands Camp (da giugno a novembre).

6° GIORNO - PARCO SERENGETI / KARATU

Pensione Completa. In mattinata proseguimento del safari nel Serengeti e nell'area dell'Ngorongoro. Il Serengeti é anche un parco famoso per le migrazioni annuali di milioni di gnu. Nei parchi Serengeti e Ngorongoro, gli gnu proliferano grazie ad un ambiente favorevole per la presenza di laghi e fiumi. Si stima la loro presenza a un milione. Rifugiati in Kenya durante la stagione secca, ritornano poi alla ricerca di pascoli verdi nella stagione delle piogge. Anche nel Parco del Serengeti si trovano le cinque specie animali principali, i famosi Big Five, quali il leone, il leopardo, l'elefante, il rinoceronte e il bufalo africano (Syncerus caffer). Il parco ospita inoltre animali come zebre, iene, rapaci e molti altri ancora. Possibilità di visitare un villaggio Masaï (visita opzionale da pagare in loco).Pernottamento al Ngorongoro Forest Lodge.

7° GIORNO - KARATU / PARCO TARANGIRE / ARUSHA

Pensione completa. Dopo la prima colazione, partenza per la regione del Tarangire. Giornata di safari nel parco nazionale del Tarangire, considerato come uno dei più bei rifugi di vita selvatica del paese. Il parco si estende per 2850 km2, ed è largamente conosciuto per la quantità di animali che ospita durante i mesi di agosto e gennaio. Nel Tarangire è possibile vedere animali praticamente introvabili negli altri parchi del nord della Tanzania: la gazzella gerenuk, il kudu minore, l'orice, l'eland e la più rara di tutte le antilopi, il kudu maggiore. Pranzo al sacco nel parco. Pernottamento al Moyoni lodge.

8° GIORNO - ARUSHA

Mattinata libera ad Arusha e possibilità di fare shopping. Pranzo al Lodge e trasferimento in aeroporto.