Vacanze in Sri Lanka

Azemar organizza da oltre 30 anni vacanze e viaggi in Sri Lanka.

Sino al 1972 nota come Ceylon, la sua forma e la vicinanza all’India hanno suggerito l’appellativo romantico di “lacrima dell’India”. Sri Lanka, affascinante isola nell’Oceano Indiano, un luogo incantato in cui tradizione e leggenda si fondono nei racconti di miti e favole e la natura esprime la propria energia vitale. Un susseguirsi di emozioni per ritrovare armonia ed equilibrio. La gentilezza e il sorriso lasciano tracce indelebili come la spettacolare natura dominata da foreste equatoriali, piantagioni di tè, spezie profumate, rilievi montuosi, scintillanti colline dal verde smeraldo, bianche ed immacolate spiagge, sino al brusio e al fermento delle cittadine: un trionfo di colori, sapori e paesaggi indimenticabili.

Viaggi in Sri Lanka - Informazioni e Curiosità

In questa pagina trovi informazioni utili e consigli per organizzare al meglio la tua vacanza in Sri Lanka.

BAGAGLIO
A seguito delle sempre più restrittive regole di trasporto del bagaglio a mano vi preghiamo di attenervi scrupolosamente alle indicazioni di ogni singolo vettore aereo.


CONSEGNA E RILASCIO CAMERE
Generalmente, secondo gli attuali regolamenti, le camere vengono assegnate dalle 14.00 alle 16.00, e lasciate libere entro le 09.30. Può capitare soprattutto nei periodi di alta stagione che gli albergatori siano costretti ad applicare questi regolamenti che non sono però riconducibili alla nostra organizzazione.


CENNI STORICI
Dopo il regno Polonnaruwa, la capitale singalese fu spostata in diverse città nei secoli successivi. I portoghesi occuparono l’isola nel XVI secolo e successivamente furono seguiti dagli olandesi nel XVII secolo. L’intera isola fu ceduta al Regno Unito nel 1796 e diventò una colonia della corona nel 1802. Ceylon divenne indipendente nel 1948. Nel 1972 il nome venne cambiato in Sri Lanka e il parlamento spostato a Sri Jayewardanapura Kotte. Le tensioni tra la maggioranza Singalese e la minoranza Tamil sfociarono in violenze sin dalla metà degli anni ottanta. Oggi fortunatamente la situazione è totalmente cambiata e il paese è sicuro e pacifico.


POPOLAZIONE
Numerosi sono i gruppi etnici che si sono mescolati nel corso di 25 secoli di storia e che attualmente vivono nell’isola: oltre ai Singalesi e ai Tamil, ci sono gruppi di marocchini, malesi e occidentali. Ognuno pratica le proprie tradizioni e per quanto relativamente piccola, l’isola, è un vero e proprio crogiolo di lingue e culture differenti. Gli abitanti dello Sri Lanka sono molto gentili e cordiali. Indipendentemente dall’etnia o dalla religione, sono molto ospitali e disposti a raccontare agli stranieri la propria cultura e il proprio mondo. Ad uno straniero che passeggia per le strade di Colombo o di qualche altra città dell’isola, capiterà di essere più volte fermato e di trovarsi impegnato in conversazioni con gli abitanti del luogo, desiderosi di mostrarsi cordiali.


CLIMA
Il clima di Sri Lanka è tropicale con due stagioni distinte, una secca e una umida, ed è influenzato da due monsoni: il monsone di sud-ovest soffia tra maggio e agosto, è il più intenso dei due e porta pioggia lungo le coste meridionali e occidentali e sugli altopiani centrali; il monsone di nord-est soffia tra ottobre e gennaio portando piogge lungo le coste settentrionali e orientali di Sri Lanka. Le zone settentrionali e orientali del paese sono le più aride. La temperatura è costante tutto l’anno con una media di 28/30 gradi. Negli altipiani centrali le temperature, a causa dell’altitudine, sono più basse: a Nuwara Eliya (1990 m) le temperature medie massime variano tra i 18°C di luglio e i 23° di aprile, mentre le temperature medie minime variano tra i 9°C di gennaio e i 13°C di giugno. Data la non violenza del monsone, il turismo si svolge regolarmente tutto l’anno. Nel sud dell’isola si registra una minore piovosità e quindi un clima meno umido.


CUCINA
Il piatto tipico dello Sri Lanka è il riso con curry, molto speziato e piccante; è un piatto unico composto a propria scelta da riso, verdure, carne, pesce e le gustose “pappadam”, frittelle speziate, che sostituiscono il pane. Ottima la frutta tropicale. Si consiglia sempre di bere bevande sigillate. Da segnalare la birra locale e come super alcolico l’Arrack, prodotto dal distillato del fiore di cocco. Tutte le bevande di importazione sono particolarmente costose. In alcuni alberghi e ristoranti è possibile gustare una buona cucina internazionale, cinese e indiana.


FUSO ORARIO
+ 4, 30 ore rispetto all’Italia, +3, 30 ore quando in Italia è in vigore l’ora legale.


DOCUMENTI PER L’ESPATRIO E REGOLAMENTO SANITARIO
Per i cittadini italiani è richiesto il passaporto in corso di validità e con scadenza di almeno 6 mesi dalla data di arrivo. E’ stata introdotta una nuova regolamentazione relativa al visto di ingresso nello SRI LANKA. Occorre preventivamente acquisire il visto di ingresso “ETA – Electronic Travel Authorization”, al costo minimo di 35 dollari americani, richiesto online, sul sito www.eta.gov.lk, oppure attraverso le agenzie di viaggio o presso l’Ambasciata dello Sri Lanka a Roma. Anche i bambini sotto i 12 anni devono essere registrati sul sito senza alcun costo. Non occorrono vaccinazioni e certificati sanitari. Particolari precauzioni sono opportune per l’esposizione al sole e nello svolgere attività marine. Attenzione a non procurarsi escoriazioni con i banchi di corallo. Oltre ai medicinali di uso personale, è consigliabile portare cerotti, disinfettanti e repellenti contro le punture d’insetti. L’assistenza sanitaria nello Sri Lanka è buona, grazie alla preparazione professionale del personale medico altamente qualificato. Ospedali e cliniche si trovano con facilità.


DOCUMENTI PER L’ESPATRIO PER I MINORI
Dal 26 giugno 2012, in ottemperanza a quanto stabilito dall’Unione Europea, tutti i minori italiani che si recano all’estero dovranno essere muniti di documento di viaggio individuale: passaporto oppure, qualora gli stati attraversati ne riconoscano la validità, carta d’identità valida per l’espatrio. Dal 4 giugno 2014 sono entrate in vigore le nuove regole sulla dichiarazione di accompagnamento per i ragazzi sotto i 14 anni di età che viaggiano fuori dal paese di residenza non accompagnati dai genitori o di chi ne fa le veci stabilmente. Le nuove norme prevedono che la dichiarazione di accompagnamento possa essere in forma di documento cartaceo o di iscrizione sul passaporto del minorenne. In entrambi i casi l’istanza va presentata alla questura, che rilascerà nel primo caso l’attestazione della dichiarazione, mentre nel secondo caso stamperà la menzione sul passaporto. L’accompagnatore può essere una persona fisica, o la stessa compagnia di trasporto alla quale il minore viene affidato. Il termine massimo di validità della dichiarazione, entro cui devono essere ricomprese la data di partenza e quella di rientro, è di 6 mesi.


LINGUA
La lingua ufficiale in Sri Lanka è il “sinhalese”, ma buona parte della popolazione parla la lingua inglese.


TELEFONO ED ELETTRICITÀ
È possibile telefonare con prefisso teleselettivo dagli alberghi di Colombo. Dalle altre città del circuito le telefonate sono attraverso centralino della Reception. Il prefisso dall’Italia per lo Sri Lanka è 0094 + il numero identificativo della località. Il voltaggio è di 220V/240V si consiglia di procurarsi un adattatore per le prese di corrente a lamelle piatte.


MANCE
Il servizio nei ristoranti e negli alberghi è già compreso; la mancia ai camerieri ed alle guide turistiche è una buona consuetudine ed è sempre gradita.


VALUTA
A Sri Lanka ha corso legale la rupia singalese.Un euro vale circa 160 rupie. Le banche sono aperte dalle 9.00 alle 13.00 dal lunedì al sabato. In tutti gli hotel e lodge si paga indifferentemente in euro o dollari americani, e le maggiori carte di credito sono accettate.


SHOPPING
Ricco e variopinto l’artigianato a Sri Lanka offre: maschere di legno, tessuti, batik, gioielli ed oggetti in argento, famose le pietre preziose come lo zaffiro blu e bianco e altre semi preziose. Si raccomanda per acquisti importanti di rivolgersi ai negozi specializzati con garanzia statale. Da non dimenticare il tè e le spezie locali.


ABBIGLIAMENTO
Si consiglia un abbigliamento leggero ed informale. In alcuni alberghi di Colombo e durante lo svolgimento degli itinerari, è richiesto un abbigliamento più formale. Per la visita dei Templi, in cui è consentito l’accesso solo scalzi, è necessario avere le spalle coperte e le gambe coperte sino al ginocchio.


FOTOGRAFIA
È possibile fotografare, ma con cautela e rispetto, anche l’interno dei templi, ad eccezione di quello del “Dente di Buddha” a Kandy.


ASSISTENZA IN LOCO
È garantita dal nostro corrispondente locale, con il quale collaboriamo da molti anni, attraverso assistenti e rappresentanti che parlano italiano. I nostri tour prevedono sempre un autista/guida parlante italiano e una capillare assistenza in tutti gli angoli del paese. Per gruppi fino a 6 passeggeri è prevista una guida locale parlante Italiano a Sigirya in quanto potrebbe essere difficoltoso per l’autista/guida dopo aver guidato accompagnare i clienti in cima.