Vacanze a Mauritius

Scopri la magia di un viaggio a Mauritius tra sabbie bianche e barriere coralline

Un’isola piena di energia e vitalità, uno straordinario scenario naturalistico dove l’ospitalità creola si amalgama con l’eccellente ricettività turistica. La barriera corallina, che ha prodotto nel tempo la sabbia bianca delle spiagge, mentre all’interno è dominata nel punto più alto, dal Piton de la Petite Rivière Noire, 828 m s.l.m. Verso nord, l’altopiano degrada dolcemente, a sud invece, la discesa verso la costa è ripida. Due luoghi testimoniano la passata attività vulcanica: il cratere di Trou aux Cerfs a Curepipe e il lago vulcanico di Grand Bassin.

Vacanze a Mauritius - Informazioni e Curiosità

Tutto quello che ti serve sapere per preparare al meglio una vacanza a Mauritius

BAGAGLIO
A seguito delle sempre più restrittive regole di trasporto del bagaglio a mano vi preghiamo di attenervi scrupolosamente alle indicazioni di ogni singolo vettore aereo.


CONSEGNA E RILASCIO CAMERE
Generalmente, secondo gli attuali regolamenti, le camere vengono assegnate dalle 14.00 alle 16.00, e lasciate libere entro le 09.30. Può capitare soprattutto nei periodi di alta stagione che gli albergatori siano costretti ad applicare questi regolamenti che non sono però riconducibili alla nostra organizzazione.


CENNI STORICI
Furono gli olandesi a darle il nome di Mauritius, in onore del principe Maurizio di Nassau. Nel 1715 i francesi ne presero possesso, ribattezzandola Île de France. Successivamente conquistata dai britannici nel dicembre del 1810, Mauritius ritornò al suo nome olandese. Il 1° febbraio 1835 l’amministrazione abolì la schiavitù. Il paese raggiunse l’indipendenza il 12 marzo 1968, diventando una repubblica nell’ambito del Commonwealth nel 1992. Mauritius è da sempre una democrazia stabile, con elezioni libere e regolari, che rispetta i diritti umani e che attrae ingenti investimenti dall’estero. Possiede uno dei più alti PIL pro-capite di tutta l’Africa.


POPOLAZIONE
La popolazione accoglie il turista con serenità e affetto, rappresentando un vero modello di aggregazione tra le diverse etnie e religioni presenti sull’isola. La cultura di Mauritius riflette i suoi diversi trascorsi coloniali e la natura cosmopolita della sua società. In città come la capitale Port Louis si trovano, a poca distanza, moschee, chiese cristiane, pagode e un cimitero ebraico; durante l’anno si alternano feste religiose corrispondenti a diversi culti, come la Divali, la “festa delle luci” e la Cavadee induiste, il Natale cristiano e l’Id al-fitr islamica. L’ultimo censimento del 2007 ha registrato 1.261.643 abitanti. La più grande città dell’isola è la capitale, Port Louis, situata nel nordovest. Altre città importanti sono Curepipe, Vacoas, Phoenix, Quatre Bornes, Goodlands, Rose-Hill e Beau-Bassin. Le due lingue ufficiali sono l’inglese e il francese che rappresenta la lingua più diffusa. Gli abitanti parlano spesso anche un idioma creolo basato principalmente sul francese, con influssi derivanti dall’inglese, dal portoghese, dal malgascio e dall’hindi. Il 50% dei mauriziani professa la religione indù; seguono cristiani (28%) e musulmani (17%).


CLIMA
Di tipo subtropicale, le stagioni principalmente sono due: estate, da novembre a maggio, e inverno, da giugno ad ottobre. In estate la media delle temperature è di 30°C, il sole tramonta verso le 19.00, il clima è caldoumido e il mese più caldo è febbraio,Periodo consigliato per immersioni e pesca d’altura. In inverno invece tra i 24°C di giorno e i 17°C notturni, il sole tramonta intorno alle 17.45 e il clima è rinfrescato dagli alisei. Salendo sull’altopiano le temperature subiscono una diminuzione, in genere intorno ai 5°C. A Mauritius sopravvive anche la mezza stagione, tra settembre e novembre, con temperature tra i 25°C e i 28°C.


CUCINA
La cucina di Mauritius è il naturale risultato di una mescolanza di specialità africane, asiatiche, creole, ed europee. Un mix di gusto e sapore imbattibile. La cucina dell’isola abbonda di ricette tipicamente orientali ma anche europee e il curry è l’elemento dominante. A Mauritius avrete solo l’imbarazzo della scelta fra i sapori creoli, decisamente speziati e forti, le raffinate specialità francesi, sino alla cucina orientale come pietanze cinesi. Il mare offre squisitezze come crostacei e pesci. Fra i piatti tradizionali segnaliamo il pollo in agrodolce e la rougaille che è per eccellenza una salsa della tradizione creola: preparata con pomodoro aromatizzato allo zenzero che impreziosisce i secondi piatti di carne e pesce. Squisita, per gli amanti del pesce, è il bol renversé, una zuppa a base di gamberetti tipicamente cinese. Per gli amanti del caffè sarà davvero singolare bere il caffè creolo con rum e agrumi! I migliori vini europei sono presenti su tutte le tavole dei ristoranti.


FUSO ORARIO
Più 4 ore di differenza quando a Mauritius vige l’ora legale e in Italia quella solare, più 3 ore quando sia a Mauritius che in Italia vige l’ora solare, più due ore quando a Mauritius vige l’ora solare ed in Italia quella legale.


DOCUMENTI PER L’ESPATRIO E REGOLAMENTO SANITARIO
I visitatori Italiani devono essere muniti di passaporto con scadenza successiva alla data di rientro, alla dogana occorre esibire il biglietto aereo di ritorno. Mauritius è una delle destinazioni più sicure. È conosciuta a livello internazionale per l’ottimo livello qualitativo delle strutture sanitarie e per l’assenza di malattie endemiche. È comunque preferibile, in caso di necessità, rivolgersi a ospedali privati. Nessuna vaccinazione è richiesta ai viaggiatori provenienti dall’Italia.


DOCUMENTI PER L’ESPATRIO PER I MINORI
Dal 26 giugno 2012, in ottemperanza a quanto stabilito dall’Unione Europea, tutti i minori italiani che si recano all’estero dovranno essere muniti di documento di viaggio individuale: passaporto oppure, qualora gli stati attraversati ne riconoscano la validità, carta d’identità valida per l’espatrio. Dal 4 giugno 2014 sono entrate in vigore le nuove regole sulla dichiarazione di accompagnamento per i ragazzi sotto i 14 anni di età che viaggiano fuori dal paese di residenza non accompagnati dai genitori o di chi ne fa le veci stabilmente. Le nuove norme prevedono che la dichiarazione di accompagnamento possa essere in forma di documento cartaceo o di iscrizione sul passaporto del minorenne. In entrambi i casi l’istanza va presentata alla questura, che rilascerà nel primo caso l’attestazione della dichiarazione, mentre nel secondo caso stamperà la menzione sul passaporto. L’accompagnatore può essere una persona fisica, o la stessa compagnia di trasporto alla quale il minore viene affidato. Il termine massimo di validità della dichiarazione, entro cui devono essere ricomprese la data di partenza e quella di rientro, è di 6 mesi.


TELEFONO ED ELETTRICITÀ
Prefisso internazionale 00230. La rete gsm funziona bene, tuttavia in qualche parte dell’isola la connessione non è perfetta. Il voltaggio è di 220V. È conveniente munirsi di adattatore che vi consenta di utilizzare prese a due o a tre spinotti.


VALUTA
La moneta locale è la rupia mauriziana (Rs) il cui cambio con la nostra valuta non è fisso, e oscilla tra le 37 e le 45 rupie mauriziane per un euro. Sono accettate le carte dei seguenti circuiti: American Express, Diners, MasterCard e Visa. Sportelli Bancomat nelle maggiori località. Nessuna restrizione è imposta sull’importazione di moneta straniera, tratte bancarie, lettere di credito, chèque di viaggio.


DA NON PERDERE
Da non perdere: Chamarel ossia le terre dai 7 colori, l’Isola dei Cervi meglio se alla mattina presto quando ancora c’è poca gente, il Grand Bassin dove si trova un tempio Induista, la capitale Port Louis e il caratteristico mercato delle spezie, la spiaggia di Flic & Flac e i giardini di Pamplemousse.


ASSISTENZA IN LOCO
L’assistenza in loco è garantita dal nostro corrispondente locale attraverso assistenti e rappresentanti che parlano anche italiano.