Mauritius

Mauritius

Un’isola fantastica, piena di energia e vitalità, splendidamente adagiata nell’immenso Oceano Indiano, in uno straordinario scenario naturalistico, dove l’ospitalità creola si amalgama con l’eccellente ricettività turistica per tutte le esigenze. Mauritius oltre ad essere una delle più esclusive destinazioni al mondo è anche la meta ideale per scoprire ed ammirare le altre isole dell’arcipelago mascareno, Reunion e Rodrigues. L’isola è caratterizzata da due contesti di rara bellezza. La barriera corallina, che ha prodotto nel tempo la sabbia bianca delle sue spiagge, mentre all’interno è dominata nel suo punto più alto, dal Piton de la Petite Rivière Noire, 828 m s.l.m. Verso nord, l’altopiano degrada dolcemente, a sud invece, la discesa verso la costa è ripida. Principalmente sono due i luoghi in cui viene testimoniata la passata attività vulcanica: il cratere di Trou aux Cerfs a Curepipe e il lago vulcanico di Grand Bassin. Nel territorio sono anche presenti numerose piantagioni di canna da zucchero, che rappresentano per l’economia del paese, una risorsa ancora importante.

Bagaglio

A seguito delle sempre più restrittive regole del trasporto del bagaglio
a mano vi preghiamo di attenervi scrupolosamente alle indicazioni di ogni singolo vettore aereo.

Consegna e rilascio camere

Generalmente, secondo gli attuali regolamenti, le camere vengono assegnate dalle 14.00 alle 16.00, e lasciate libere entro le 09.30.
Può capitare soprattutto nei periodi di alta stagione che gli albergatori siano costretti ad applicare questi regolamenti che non sono però riconducibili alla nostra organizzazione.

Cenni Storici

Furono gli olandesi a darle il nome di Mauritius, in onore del principe Maurizio di Nassau. Nel 1715 i francesi ne presero possesso, ribattezzandola Île de France. Successivamente conquistata dai britannici nel dicembre del 1810, Mauritius ritornò al suo nome olandese. Il 1° febbraio 1835 l’amministrazione abolì la schiavitù. Il paese raggiunse l’indipendenza
il 12 marzo 1968, diventando una repubblica nell’ambito del Commonwealth nel 1992. Mauritius è da sempre una democrazia stabile, con elezioni libere e regolari, che rispetta i diritti umani e che attrae ingenti investimenti dall’estero. Possiede uno dei più alti PIL pro-capite di tutta l’Africa.

Clima

Di tipo subtropicale, le stagioni principalmente sono due: estate,
da novembre a maggio, e inverno, da giugno ad ottobre.
In estate la media delle temperature è di 30°C, il sole tramonta verso le 19.00, il clima è caldo-umido e il mese più caldo è febbraio, periodo consigliato per immersioni e pesca d’altura. In inverno invece tra i 24°C di giorno e i 17°C notturni, il sole tramonta intorno alle 17.45 e il clima è rinfrescato dagli alisei. Salendo sull’altopiano le temperature subiscono
una diminuzione, in genere intorno ai 5°C.
A Mauritius sopravvive anche la mezza stagione, tra settembre e novembre, con temperature tra i 25°C e i 28°C. Le stagioni climatiche concorrono sempre più alla composizione del prezzo, dell’offerta turistica.
Nei periodi in cui il clima non è particolarmente favorevole ci sono consistenti riduzioni e offerte promozionali. Anche Mauritius non sfugge a questa regola. A giugno e luglio i prezzi si abbassano anche sino al 50%, proponendosi come una destinazione con un rapporto qualità prezzo davvero straordinario. Con un pò di spirito di adattamento e un pizzico
di fortuna anche nel mite inverno mauriziano potrete trascorrere una vacanza indimenticabile.

Cucina

La cucina di Mauritius è il naturale risultato di una mescolanza di specialità africane, asiatiche, creole, ed europee. Un mix di gusto e sapore imbattibile. La nostra frequentazione dell’isola ci ha purtroppo segnato nel fisico, qualche chilo è stato aggiunto ma ci siamo tolti anche delle belle soddisfazioni. Ed è proprio quello che vi consigliamo di fare.
Lasciatevi coccolare dalle vostre voglie, dal desiderio di mangiare l’alimento che più vi aggrada. La varietà è talmente abbondante che tutti possono trovare il proprio alimento.

Popolazione

La popolazione accoglie il turista con serenità e affetto, rappresentando un vero modello di aggregazione tra le diverse etnie e religioni presenti sull’isola. La cultura di Mauritius riflette i suoi diversi trascorsi coloniali e la natura cosmopolita della sua società. In città come la capitale
Port Louis si trovano, a poca distanza, moschee, chiese cristiane, pagode e un cimitero ebraico; durante l’anno si alternano feste religiose corrispondenti a diversi culti, come la Divali, la “festa delle luci” e la Cavadee induiste, il Natale cristiano e l’Id al-fitr islamica. L’ultimo censimento del 2007 ha registrato 1.261.643 abitanti. La più grande città dell’isola è la capitale, Port Louis, situata nel nordovest. Altre città importanti sono Curepipe, Vacoas, Phoenix, Quatre Bornes, Goodlands, Rose-Hill e
Beau-Bassin. Le due lingue ufficiali sono l’inglese e il francese che rappresenta la lingua più diffusa. Gli abitanti parlano spesso anche
un idioma creolo basato principalmente sul francese, con influssi derivanti dall’inglese, dal portoghese, dal malgascio e dall’hindi. Il 50% dei mauriziani professa la religione indù; seguono cristiani (28%) e musulmani (17%).

Fuso Orario

Più 4 ore di differenza quando a Mauritius vige l’ora legale e in Italia quella solare, più 3 ore quando sia a Mauritius che in Italia vige l’ora solare, più due ore quando a Mauritius vige l’ora solare ed in Italia quella legale.

Documenti per l’espatrio e regolamento sanitario

I visitatori Italiani devono essere muniti di passaporto con validità di almeno sei mesi dalla data di rientro, e alla dogana occorre esibire il biglietto aereo di ritorno. Mauritius è una delle destinazioni più sicure. È conosciuta a livello internazionale per l’ottimo livello qualitativo delle strutture sanitarie e per l’assenza di malattie endemiche.
È comunque preferibile, in caso di necessità, rivolgersi a ospedali privati. Nessuna vaccinazione è richiesta ai viaggiatori provenienti dall’Italia.

Telefono ed elettricità

Prefisso internazionale 00230. La rete gsm funziona bene, tuttavia in qualche parte dell’isola la connessione non è perfetta.
Il voltaggio è di 220V. È conveniente munirsi di adattatore che vi consenta di utilizzare prese a due o a tre spinotti.

Valuta

La moneta locale è la rupia mauriziana (Rs) il cui cambio con la nostra valuta non è fisso, e oscilla tra le 40 e le 44 rupie mauriziane per un euro. Sono accettate le carte dei seguenti circuiti: American Express, Diners, MasterCard e Visa. Sportelli Bancomat nelle maggiori località.
Nessuna restrizione è imposta sull’importazione di moneta straniera, tratte bancarie, lettere di credito, chèque di viaggio.